Alla ricerca del Piccolo Principe



 
 home page
 
 presentazione
 
 romanzo
    storia
    scrittore
 
 autori
 
 opere
    disegni
    sculture
    racconti
    poesie
    teatro
    canzoni
 
 spunti formativi
    testimonianze
    perchè la poesia
    schede operative

  home page > romanzo > scrittore > biografia                                                                          stampa

Antoine-Marie-Roger de Saint-Exupéry
Lione 1900 - mar Tirreno 1944
Scrittore - Aviatore

Saint-Exupéry ha saputo trarre dalle esperienze del volo il materiale narrativo e umano per i propri capolavori; la coscienza del legame che unisce ogni individuo alle cose del mondo, siano esse organismi viventi o elementi inanimati; e la convinzione che nell'angusto spazio di una carlinga o di una pagina scritta, alla fine, l'animo umano si monda dell'abiezione, delle bassezze, "delle proprie tenebre".
Ogni momento dell'esistenza dello scrittore-aviatore ha costituito un passo teso alla ricerca di sé e di una dimensione in cui si fondessero fantasia e realtà, speranza e volontà, altruismo e individualità.

Nasce il 29 luglio 1900 a Lione da famiglia aristocratica cattolica, terzo figlio di Marie de Fonscolombe e del viceconte Jean de Saint-Exupéry. Perduto il padre ancora bambino frequenta il collegio dei gesuiti di Sainte Croix de Mans dove viene più volte duramente punito. In quel periodo ha l'abitudine di recarsi al vicino campo d'aviazione ad osservare il decollo degli aerei e parlare con meccanici e piloti, riuscendo a compiere il suo primo volo nel 1912 a bordo di uno di quegli stessi velivoli.

Antoine de Saint-Exupéry Nel 1915 insieme al fratello, che morirà due anni dopo, è iscritto ad un collegio di Friburgo in Svizzera i cui metodi moderni di insegnamento lo avvicinano alla poesia. Al termine del collegio, non essendo riuscito a superare gli esami di ammissione all'Accademia navale, si iscrive senza grandi entusiasmi come auditore libero alla Scuola di Belle Arti nella sezione di architettura. Arruolatosi nel '20 impara, sotto la direzione di Robert Aéby, a pilotare l'aereo. Alla fine dell'anno è trasferito a Casablanca in Marocco presso il 34° reggimento dove, in dicembre, ottiene il brevetto di pilota civile e più tardi quello militare.

Nel 1923 dopo il suo primo grave incidente aereo si fidanza con Louise de Vilmarin ma la famiglia della ragazza si oppone e la relazione si interromperà; trova prima un lavoro d'ufficio e poi in una fabbrica, occupandosi del montaggio di motori di camion. Tutto il suo tempo libero lo impiega ad esercitarsi nel pilotare aerei.

  1 di 5 continua... continua